Anno IV n. 72 del 6 marzo 2020

In questo numero:

Copertina

BUON 8 MARZO, BUONA UMANITÀ

Natalia Marino

A tutte le donne. In particolare alle ricercatrici che hanno isolato per prime il virus: Concetta Castilletti, Maria Rosaria Capobianchi e Francesca Colavita. E ancora Alessia Lai, Arianna Gabrieli e Annalisa Bergna

Editoriale

La bella Italia che resiste

Andrea Liparoto

Grande successo delle giornate di tesseramento all’ANPI. Tanti giovani per la democrazia e la memoria attiva

Servizi

Interviste, Cittadinanza attiva

Paolo Pezzino: “In corso una deriva filofascista

Gianfranco Pagliarulo

Parla il Presidente dell’Istituto Parri: “Si vuole imporre un pensiero unico, che corrisponde alla visione astorica e decontestualizzata della destra, e chi non ci sta viene accusato di negazionismo o di riduzionismo”

Cittadinanza attiva

Il coronavirus e noi

Patria indipendente

Il mondo dell’associazionismo democratico, a cominciare dall’Anpi, può e deve fare la sua parte, adeguandosi alle disposizioni delle istituzioni, operando perché alla paura si sostituisca la ragionevole consapevolezza del rischio. Ancora una volta si può battere un nemico grande e pericoloso a partire dall’unità del popolo, dalla solidarietà fra generazioni, dal sostegno alle istituzioni democratiche

Inchieste

Sospesi fra nazismo e destra istituzionale

Gruppo di lavoro Patria su neofascismo e web

Casaggì e gli “spazi identitari”: storia e analisi di un gruppo fiorentino estremista identitario, dei suoi sviluppi e dei suoi rapporti con Fratelli d’Italia

Profili partigiani

Leda, Magda e le altre

Anna Pola Moretti

Continuare ad ascoltare le testimoni e la storia. Le biografie delle donne partigiane hanno ancora molto da raccontare. All’intero Paese

 

Cittadinanza attiva

Una cosa da ragazze

Adalberto Erani

Il fumetto di Matteo Mazzacurati dedicato alle “Ragazze di via della Ripa”, le donne di Forlì che si mobilitarono e salvarono dalla fucilazione 10 renitenti ai bandi di Salò

 

Cittadinanza attiva

Io, giovane con la tessera dell’Anpi

Pia Bacchielli

Carlo, 17 anni, di Ancona: “Ho trovato nell’Associazione dei partigiani una famiglia capace di accogliere pensieri diversi, che però si catalizzano nell’antifascismo”; “Ci sono ragazzi che quando si parla di Olocausto ridono. Qualcosa non va”. Boom di iscritti tra le nuove generazioni

In primo piano

Approfondimenti

Piazza, che bella piazza!

Letizia Annamaria Dabramo

La storia dello spazio pubblico per eccellenza, luogo fisico, metaforico e oggi anche virtuale dove si incontra, si riconosce e si costruisce una comunità

 

 

 

Persone e luoghi, Anniversari

Renzino, aprile 1921: la strage e la rivolta

Francesco Bellacci

Provocazioni e violenze fasciste, un’imboscata contro gli squadristi, a fuoco le case e le cascine della località del comune di Foiano (Arezzo), assassinati contadini, donne e madri, e poi la ribellione spontanea. E’ l’inizio dell’antifascismo. Le iniziative a cento anni di distanza

Servizi

Documenti

Ancora più uniti

Gianfranco Pagliarulo

Un documento comune di associazioni, sindacati, partiti dopo una riunione del “tavolo unitario nazionale”. Al centro il valore dell’umanità, contro “fascismi, razzismi e guerre”. La richiesta di “abrogare o modificare radicalmente i recenti decreti sicurezza”

Cittadinanza attiva

Perché NO al referendum

Redazione

Il testo del documento del Comitato nazionale Anpi che illustra le ragioni della scelta. “Una legge improvvisata e opportunistica. L’Anpi non aderirà ai Comitati del NO e realizzerà iniziative in autonomia”

Approfondimenti

«A Stalingrado il tempo è sangue»

Claudio Vercelli

L’epica della battaglia che distrusse definitivamente il mito dell’invincibilità tedesca. Quasi mezzo milione di morti fra le fila dei civili e dei militari sovietici. Gli assedianti diventano assediati. La resa delle armate nemiche all’inizio di febbraio 1943

La tragica avventura dell’Armir

Fausto Vighi

Dal Corpo di spedizione italiano in Russia all’Armir. L’armata andò a combattere, nel 1942, con le dotazioni della guerra 1915-18. Degli oltre 230mila uomini in 100mila non tornarono

Le statue di ghiaccio nelle lande russe

Roberto Bonfiglioli

La tragedia dell’Armir e le gravi responsabilità del fascismo. Le drammatiche testimonianze di Mario Rigoni Stern, Nuto Revelli, Isacco Nahoum. Nelle lande e nelle steppe si intonava “fischia il vento”

Il campo della morte: l’isola di Arbe

Giancarlo Grazia

Una storia ignorata dagli italiani, largamente taciuta dalla stampa e dalla televisione, assolutamente disattesa dai testi scolastici. La fine per fame e malattie di donne, bambini e antifascisti, sloveni, croati, ebrei. Una vergogna dimenticata. Le responsabilità dei generali Roatta e Robotti: “In Jugoslavia si ammazza troppo poco”. Nessuno ha pagato il conto alla giustizia. La ribellione di molti soldati dell’esercito italiano

Terza pagina

Raccontami

Il carrettino

Ottavio Terranova

Un delicato racconto ambientato nel dopoguerra in terra di Sicilia, fra povertà, mafia e dignità

Librarsi

Della morte e della compassione

Giacomo Verri

Silvio Villa, “L’amico fucilato” e altri episodi della Grande Guerra, cura e traduzione di Francesco Durante, Neri Pozza, pp. 125, € 12,50

Pentagramma

La Regina del Nilo

Chiara Ferrari

Oum Kaltoum, la voce dell’Egitto. “Ha cantato per celebrare la fusione tra Siria ed Egitto, per il crollo della monarchia irachena, per la sottratta Palestina e per le donne libiche. Ha cantato per gli uomini che lavoravano negli sperduti cantieri del deserto, per i contadini divenuti operai, costruttori e soldati”

 

Forme

Paul Klee, il pittore delle idee

Francesca Gentili

L’artista tedesco: “L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è”. Collaborò con la Bauhaus e fu perseguitato dai nazisti perché, di natali svizzeri, venne accusato di essere “ebreo e straniero”, esponente di “un’arte degenerata”. Moriva esule 80 anni fa

Red carpet

Quelle piccole, grandi donne crescono

Serena d’Arbela

“Piccole donne”, regia di Greta Gerwig, con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Timothée Chalamet. Usa, 2019

 

Librarsi

Gramsci e la letteratura

Francesco Marola

Antonio Gramsci, Scritti di letteratura, a cura di Lelio La Porta, Editori Riuniti, 2019, pp. 196, €12,75

Librarsi

La Shoah e i suoi testimoni

Irene Barichello

Valentina Pisanty, “I guardiani della memoria”, Bompiani Editore, 2020, pp 292, €13,00, online € 9,75

 

 

 

 

 

Ultime da Patria

Formazione

Promemoria 4. La milizia volontaria per la sicurezza nazionale

Paolo Papotti

1923: Mussolini è da poche settimane al governo, un Regio decreto legittima l’organizzazione armata del partito fascista (Milizia per la Sicurezza Nazionale), che non deve rispondere allo Stato ma solo al suo capo politico. Le spese sono a carico del ministero dell’Interno, quindi del Paese. Si moltiplicano arresti e uccisioni degli oppositori

Spettacolo

Fascismo, istruzioni per l’uso

Mariangela Di Marco

Lo spettacolo “Istruzioni per diventare fascisti” di Michela Murgia; lo spettatore posto davanti ad uno specchio, che lo ammutolisce amaramente e lo stimola a riflettere

 

Approfondimenti

Regioni: come sono nate

Valerio Strinati

È il 50° anniversario delle leggi di attuazione dell’ordinamento regionale: le vicende del regionalismo dal primo dopoguerra all’Assemblea Costituente

Cittadinanza attiva

Idlib e confine greco-turco: uno scempio

Redazione

Dichiarazione della Presidente nazionale Anpi Carla Nespolo, sui fatti di Idlib e del confine greco-turco

Servizi

I 223 anni del Tricolore

Ermete Fiaccadori

Le celebrazioni a Reggio Emilia. Fu il partigiano Didimo Ferrari “Eros”, dirigente dell’Anpi cittadina, ad ottenere che la data del 7 gennaio fosse inserita tra le solennità civili del Paese

Approfondimenti

La brigata della carta

Stefano Coletta

Lituana, occupazione nazifascista: un gruppo di bibliotecari ebrei riuscì a nascondere migliaia di libri, manufatti, opere d’arte, salvandoli dalla razzia e distruzione. Verranno scoperti e arrestati, deportati o uccisi. Nel Paese baltico il 90% degli ebrei non sopravvisse alla Shoah