In punta di penna

giovedì 20 Luglio 2017

Carthago delenda est

È certo: Laura Boldrini vuole cancellare i monumenti fascisti. Sennò, come mai Il Giornale.it avrebbe titolato il 12 luglio: “L’ultima della Boldrini: via i monumenti fascisti”? Ne deriva una domanda di natura tecnica: in che modo la Boldrini intende cancellare tali monumenti? Risponde con precisione Libero.it dell’11 luglio (sempre nel titolo): “Laura Boldrini furia distruttrice: […]

giovedì 6 Luglio 2017

Il malincomico

Fantozzi e Villaggio. Come molti grandi comici, Paolo era in realtà un personaggio tragico. E forse lo era anche Fantozzi nel perverso rapporto fra la maschera e il volto. Di suo, rideva ben poco. Parlarne ancora, dopo tanti discorsi e articoli e coccodrilli e revival dei suoi film può sembrare stucchevole. Eppure c’è una parola […]

giovedì 25 Maggio 2017

Mercato nero

Or dunque, viviamo in tempi di mercato nero. Intendesi comunemente con tali parole il commercio clandestino di beni di prima necessità. Sempre mercato è. D’altra parte l’etimologia della parola “mercato” rinvia al latino mercatus (commercio, traffico, fiera) e non si può negare che in siffatta società, cioè nella società di mercato, permanentemente deambuliamo oggi, da […]

lunedì 16 Gennaio 2017

2017 – L’oroscopartigiano

Ariete 21 marzo-19 aprile 3 aprile 1906                  Gisella Floreanini Certo v’aspetta, signori dell’Ariete un anno nuovo di cose molto liete, e saranno finalmente realizzate aspettative da tempo coltivate. L’estate sarà la sorpresa più bella, come il sorriso e lo sguardo di Gisella. Il colore dell’Ariete 2017: Cinque Petali di Rosa La musica dell’Ariete 2017: Sogno […]

venerdì 2 Dicembre 2016

Sobria, misurata e castigata

  Lo confesso: ciò che mi ha colpito di questa campagna referendaria è l’equilibrio, direi il pudore, dei più autorevoli promotori del Sì. Il malizioso avrebbe potuto paventare, da parte del governo, un intervento a piedi uniti, una qualche esagerazione, addirittura il sotterfugio della bugia (sia pure a fin di bene, s’intende). Invece, niente. Ha […]

venerdì 18 Novembre 2016

Tre senatori in cerca d’autore

Immaginiamo, in un mondo parallelo, che passi la riforma costituzionale. Elezioni, insediamento del nuovo Senato. Qualche mese dopo… Pièce teatrale in una scena (ed è fin troppo). Personaggi: Senatore Sindaco Pinco – Senatore Consigliere regionale Pallino – Senatore Consigliere regionale Caio – Addetta alla bouvette Scena: Bouvette di Palazzo Madama. I tre senatori stanno bevendo […]

lunedì 31 Ottobre 2016

Il brevissimo viaggio di Horan

Questo racconto di ridotte dimensioni e di autore ignoto è stato di recente trovato nella forma di manoscritto dentro una copia di Repubblica appena acquistata da un redattore del periodico online. Si ignora l’origine del manoscritto, né si conosce la ragione per cui sia finito dentro le pagine di una copia del titolato quotidiano. A prima vista […]

giovedì 8 Settembre 2016

Eja eja ala-qua!

  “Oggi Libero si dedica a un evento che fa capire quanto sia forte la tendenza dei governanti europei a perdere tempo in discussioni oziose. Ci riferiamo – scrive il 23 agosto Vittorio Feltri nell’editoriale – al vertice tenutosi a Ventotene, un’isola sulla quale il fascismo (bonario ai limiti della stupidità) confinava gli oppositori per […]

Periodico dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

Numero 93 Anno

Leggi il numero 93

Tutti i numeri

Patria Indipendente, il periodico antifascista con aggiornamenti quotidiani.

giovedì 17 Giugno 2021

La Ue, gli Usa e la Nato dirottata in Cina

Premessa, quantomeno temporale, dell’incontro Biden-Putin è stato nel G7 il rilancio del Patto atlantico, ridisegnato dal Presidente americano nello scenario e nell’ambito di intervento. Nel futuro commercio globale, armato, Europa e Italia seppelliranno ogni progetto di indipendenza all’altare degli interessi economici d’oltreoceano?

martedì 1 Giugno 2021

Il caso Uggetti e il “chi me lo fa fare?”

Un grido di allarme e un invito a riflettere, perché se la politica è solo raccattavoti e l’informazione rinuncia al proprio ruolo, a suon di titoli sparati in prima pagina e sui social, a farne le spese sono i cittadini perbene (sempre più delusi)

Resta informato