Quindicinale

N° 29

Copertine

PAGINE NEOFASCISTE: CHE FA FACEBOOK?

Laura Boldrini

La lettera della Presidente della Camera, che scrive a Mark Zuckerberg contro il dilagare dell’odio: “Una ricerca dell’ANPI ha catalogato 300 pagine che su Facebook esaltano il fascismo”

mercoledì 8 Marzo 2017

Predappio e la luce nera del faro di Meldola

Sito su di un castello ove si torturavano i partigiani, segnalava quando Mussolini soggiornava in Romagna. E ora il sindaco lo vuole riaccendere, mentre il suo omologo di Predappio si chiede che senso ha l’ANPI. La risposta del Presidente Smuraglia e la controrisposta piccata e reticente del sindaco del paese natale di Benito

mercoledì 8 Marzo 2017

Urge una Festa della Civiltà. Troviamo una data

La Festa della civiltà. Non so voi, ma ne avverto un bisogno aggressivo. Da tempo si va aggravando un panorama nazionale puntellato da desolanti esibizioni di faziosità, menzogne, miserie intellettive, mistificazioni, con il naturale risultato di un progressivo scadimento del livello di vivibilità non solo materiale ma anche, e forse soprattutto, “animale” nel senso dell’anima […]

Periodico dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia

Numero 29 Anno II

del 17 Febbraio 2017

Tutti i numeri

Patria Indipendente, il periodico antifascista con aggiornamenti quotidiani.

Leggi anche

martedì 31 Gennaio 2023

La lunga scia di sangue del fascismo di confine

Tra il dicembre 1942 e il gennaio 1945 nelle zone occupate e annesse al Regno d’Italia la repressione si farà sempre più feroce: “Sembra che le strade di Lubiana siano ormai intransitabili per le nostre truppe: ogni portone e ogni persona nascondono un’insidia”. Nel ricordo dei partigiani martiri, Anpi e Zbb-Nob rinsaldano l’amicizia tra i due popoli

Resta informato

martedì 17 Gennaio 2023

Dante e il nocchiere del ministro Sangiuliano

Le dichiarazioni del titolare del dicastero della Cultura del governo Meloni sull’Alighieri “fondatore del pensiero di destra in Italia”, comprese le goffe correzioni di rotta, sono spia della equivoca natura politica di FdI, sospesa tra la fedeltà alla matrice postfascista e la conversione al conservatorismo. Con tanto di precedenti nel ventennio, rispondono a un disegno ambizioso da non sottovalutare